Articolo 1: Ciaspole che passione!

Le Ciaspole  stanno diventando una attività sempre più diffusa, quando arriva l'inverno sono sempre di più le persone che desiderano indossarle e organizzare escursioni sulla neve, vediamo assieme  come sono fatte le ciaspole e come vanno usate.

L'origine di questro strumento è molto antica; infatti già nell' antichità fu uno dei primi mezzi che usò l'uomo per spostarsi sulla neve, all'inizio dell'900 venivano usate prevalentemente da contadini e cacciatori, mentre oggi vengono utilizzate per l'attività sportiva. Le ciaspe sono alla portata di tutti perchè anche i banbini dagli  8 - 10 anni possono cominciare ad intraprendere questa attività.

 L'escursionismo invernale con le racchette da neve è diventato " uno sport di massa" ma propio per questo, tanta gente non esperta di montagna si avvicina in questo ambiente nel periodo dove la montagna è più selvaggia, dove è più difficile valutare i pericoli oggettivi; in alcune determinate situazioni questo fattore può determinare incidenti. 

Facendo un confronto tra sci alpinista ed escursionista, costatiamo che lo sci alpinista è un frequentatore della montagna che deriva dall'alpinismo, di conseguenza conosce i pericoli oggettivi, conosce meglio il terreno innevato e tutte le problematiche che nascono dalla neve ovvero le valanghe; nella stragrande maggioranza gli sci alpinisti hanno una certa cultura di montagna di conseguenza sanno quale itinerario è percorribile in sicurezza, e in alcuni periodi, dove non andare, la stragrande maggioranza sono equippaggiati con arva (dispositivo elettronico per la ricerca travolto in valanga) sonda e la pala da neve,  mentre la grande massa di persone che utilizza le ciaspe manca ancora qesta cultura e soprattutto manca l'utilizzo del materiale legato alla valanga.

 Ultimi dati statistici del soccorso alpino dicono che mentre negli anni scorsi chi usava le racchette da neve si limitava a escursioni organizzate nelle località turistiche di montagna; oggi chi usa questo materiale percorre le stesse vie  scelte dagli sci alpinisti, ovvero sentieri anche con dislivello notevole fuori anche dalla vegetazione,  l'addove i pericoli oggettivi sono maggiori e di conseguenza è essenziale essere  preparati ad affrontarli!  E' importante tenere sempre in mente che con qualunque mezzo ci si muove sul terreno di montagna innevato c'è potenziale pericolo!  Perciò bisogna conoscere la montagna, conoscere la nivologia, e sapere quando si può andare in abiente innevato e quando nò, ed eventualmente sapere rinunciare a una meta in una determinata occasione per farne una più sicura.

Quindi sottolineo che anche L'escursionista oltre avere conoscenze tecniche, deve avere anche una certa atrezzatura; i pericoli maggiori in montagna d' inverno come già si e detto sono le valanghe, uno strumento indispensbile che chiunque deve avere  è l' aparecchio  ARVA, il quale trasmette un segnale che permette al soccorritore di localizzare il travolto in valanga. Abbinato all' arva, serve sempre una sonda da valanga, e una pala da neve, uno spezzone di corda può essere utile se si trova un tratto ghiacciato,  piccozza e ramponi. Ovviamente per utilizzare questi atrezzi bisogna avere le conoscenze tecniche per farlo, qui si presuppone che si è degli esperti altrimenti è opportuno affidarsi a persone esperte.

 

Le Ciaspole non sono altro che due grossi "zatteroni" costituiti in materiale plastico o in metallo che una volta agganciati sotto agli scarponi da montagna ci permettono di camminare sulla neve senza sprofondare, grazie a dei ramponi in metallo posizionati sotto la suola delle ciaspole ci permettono di non scivolare sulla neve se troviamo uno strato di ghiaccio

 

 
Quando scegliamo  un modello di racchette è importante sapere come e dove intendo usarle e con quale tipo di neve. Da questo dipende la scelta della forma, del materiale e degli acessori come l' alzatacco, sistema di aggancio allo scarpone, ramponi, per far presa sulla neve dura.

Le racchette da neve possono essere in alluminio o in materiale composito (plastico).

Le racchette in alluminio sono comode, e il telaio può resistere a temperature molto basse; questo tipo di racchette per via della struttura sono poco adatte per l'alta montagna perchè sono pensate principalmente per camminare sulle grandi distese dell' America o dell' Europa del Nord.

 Le racchette in materiale composito sono realizzate per le regioni montuose con temperature non eccessivamente fredde. Offrono un grip eccellente sono molto versatili. Queste racchette sono più adatte per l' escursionismo invernale sulle Alpi.

Le racchette composite hanno una forma a clessidra, che consente un ottima presa e un andatura naturale, posteriormente hanno una coda stabilizzante che permente di accentuare la presa. La base può avere diverse dimensioni, più grandi sono, maggiore è il galleggiamento sulla neve e contemporaneamente anche il peso corporeo che sarà in grado di sostenere. Nella base posteriore è posizionato l'alzatacco di grande aiuto  nelle lunghe salite; consente di sollevare di una decina di gradi il tallone per tenere il piede in piano e così ridurre l' affaticamento muscolare del polpaccio. Sopra la struttura è montato uno snodo basculante sul quale vengono ataccati gli scarponi. Il movimento basculante permette al tallone di alzarsi per poter camminare senza fatica, quando si affrontano tratti scoscesi, il movimento basculante deve essere bloccato con un gancio, con questa modalità lo scarpone sarà bloccato alla ciaspola rendendo la camminata piu sicura. Sotto alla struttura della ciaspola sono montati dei ramponi in metallo che ci permettono di fare aderenza sulla neve divenuta dura

 

 

 

 

 

 

Come si indossano

Per prima cosa bisogna regolare la lunghezza in modo da poter far entrare lo scarpone, quindi bisogna svitare la vite centrale e riavvitarla una volta che abbiamo posizionato lo scarpone. é importante non confondere le due ciaspole, il punto di riferimento potrebbe essere la  cinghia che deve essere sempre allesterno del piede. Aganciare saldamente prima la cinghia anteriore poi quella posteriore, per non avere problemi durante la camminata
 

 

 

 

Come si cammina con le ciaspole

Camminare con le ciaspole non è affatto difficile e con un po di pratica tutti possono cimentarsi in questa disciplina.

Per camminare con le ciaspole bisogna tenere una giusta postura; busto eretto, le gambe un poco divaricate in modo che quando procediamo sulla neve non si tocchino fra loro. Il passo deve essere continuo in quanto anche con le ciaspole si tende a sprofondare, quindi portando avanti il bastone destro contemporaneamente al piede sinistro e così via, la camminata deve essere lenta e cadenzata per economizzare le energie. Mantenere le braccia leggermente aperte, aiutandosi con i bastoncini per mantenersi meglio in equilibrio.

 L'alzatacco deve venire lasciato libero(il tallone deve essere sbloccato) nei punti pianeggianti. Nel caso dovessimo affrontare un punto abbastanza ripido, dovremmo puntare i ramponi delle ciaspole in modo da non scivolare, aiutandoci con i bastoncini per scaricare il peso dal corpo.

Quando si affronta un traverso ripido tenere i ramponi delle ciaspole aderenti al terreno, muovendosi molto lentamente avanzando con piccoli passi alla volta, utilizzando i bastoncini.

In discesa dopo avere valutato che il pendio non presenti nessun rischio, prima controllare l'allacciatura delle ciaspe bloccare il tallone e quindi lo snodo: scarpone e ciaspola faranno corpo unico. Procede con il viso rivolto a valle scegliendo sempre  la linea di massima pendenza, abbassando il baricentro, tenendo il busto leggermente in avanti, le braccia devono essere tenute aperte per mantenere l'equilibrio con i bastoncini, se il pendio è molto ripido, si piega il ginocchio della gamba che avanza, mentre l'altra gamba si abbassa molto; finita la scivolata, con un movimento deciso si continua con il passo sucessivo utilizzando una  tecnica simile a quella del "telemark. Camminare con le ciaspole sembra complicato, ma facendo un po di pratica vi divertirete !

Equipaggiamento  e nello zaino .....

 

 

Oltre ad un ottimo equipaggiamento invernale, non devono mai mancare:

occhiali da sole, crema solare protezione totale, ghette, bastonicini telescopici con" rotella larga" per non sprofondare nella neve, bussola e altimetro, cartina topografica della zona in scala 1:25000, o GPS

 In zaino pala esonda, mentre sotto la giacca apparecchio ARVA(segnalatore per la ricerca dispersi in valanga ) si raccomanda sempre di consultare le previsioni meteo condizione innevamento,

BOLETTINI VALANGHE AINEVA

 

          

 
 
 
 
C'osè l'AINEVA?
 
L'ANEIVA  è L' associazione Interregionale Neve e Valanghe,  ha sede aTrento, e ha il compito di coordinare il lavoro dei sette centri regionali e provinciali che si occupano di pericolo di valanghe, pur mantenendo gli stessi la propia autonomia operativa. Uno dei tanti compiti dell' INEVA è la diffusione dei bollettini nivometereologici.
 
Cos'è il bollettino nivometereologico  bollettino valanghe ...
Il bollettino è lo strumento che fornisce un quadro sintetico dell' innevamento e dello stato del manto nevoso e indica il pericolo di valanghe in un determinato territorio, al momento dell' emissione, e, sulla base delle previsioni metrereologiche  e della possibile evoluzione del manto nevoso, quello atteso per l' immediato futuro al fine di prevenire evventuali incidenti  determinanti dal distacco di valanghe.
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 

 

Per chi volesse approfondire l' argomento:

http://www.aineva.it/download/guida_bollettino_2012.pdf

http://www.aineva.it/download/Manuale_meteo.pdf

Bibliografia

  • Comissione Centrale per l'Escursionismo" Manuale dell' accompagnatore di Escursionismo in ambiente innevato, Quaderni di Escursionismo N° 7 Club Alpino Italiano - 2008
  • Con le ciaspe sull'Altopiano dei Sette Comuni , Mario Busana Alberto Manzan  Club Alpino Italiano
  • Opuscolo i Bolettini Valanghe AINEVA
  •  Comissione Nazionale Scuole di Alpinismo e Sci Alpinismo: "Alpinismo su ghiaccio e misto", i Manuali del CAI 2005

 

Pubblicazioni...

 

 

 

 

 

 

Dove accquistare le ciaspole? Ai nostri soci consigliamo due negozi sportivi specializzati in articoli per la montagna dove usufruirete dello sconto CAI

 

ZABLE Sport - TUTTO PER LA MONTAGNA - Abbigliamento ...www.zable.com/

il vero negozio di sportwww.sportmarket.it/

 

Commenti

grazie